Il Buddhismo Zen.

Il termine Zen in occidente è sicuramente familiare a molti. In effetti lo Zen ha avuto molta influenza su molte tradizioni giapponesi che colpiscono molto la nostra curiosità.
Lo Zen o Ch'an (in cinese) fu introdotto in Cina da Bodhidarma nel 527 d.C..

E' probabilmente la corrente più mistica del Buddismo, fu introdotto in Cina nel VI sec. e arrivò in Giappone nel XII sec. , dove divenne la religione dei samurai.
Sottolinea l'indivisibilità del Buddha da tutto ciò che esiste: l'uomo quindi può e deve raggiungere, già in questo mondo, l'unità con la divinità. Ciò può avvenire solo tramite un'Illuminazione interiore, istantaneamente, in condizioni eccezionali, provocate anche da stimoli fisici, poiché la verità non può essere raggiunta razionalmente, né può essere espressa in concetti.

Uno degli stimoli preferiti, in tal senso, è il senso del bello (che include l'arte di disporre i fiori, la cerimonia del tè, la sobria raffinatezza della casa, ecc.). Il controllo della respirazione è una tecnica fondamentale. In questa scuola il monaco può avere famiglia.

Vi sono delle analogie tra la dottrina Ch'an ed il Tantrismo, in special modo con la scuola Sahajayana che dava rilievo alle tecniche di meditazione e ai mezzi atti a svegliare l'intuizione spirituale mediante enigmi ,paradossi e immagini materiali,evitando di attenersi a nessun dogma rigidamente definito.

Lo scopo inoltre del Tantrismo era il conseguimento dello stato di Buddha "in questo stesso corpo" .Tuttavia l'ideale del Tantrismo del periodo era il siddha (mago) mentra lo Zen non pretende assolutamente per il satori l'attribuzione di poteri magici.

Il Ch'an è stato definito spesso come la più importante delle scuole Cinesi. La storia del Ch'an comincia in pratica con Hui-neng(638-713) , il "sesto patriarca" , e prima di lui secondo Conze "vi fu la preistoria del Chan" non potendo distinguere leggende da realtà storiche.

Importante e' la figura di Bodhidharma in quanto legame con la tradizione indiana.Si tramandava infatti che Sakyamuni(Budda) aveva rivelato a Mahakasyapa la dottrina segreta trasmessa poi da patriarca a patriarca per via orale fino ad arrivare appunto al Bodhidharma.La sua figura fu sempre dipinta dagli artisti cinesi e giapponesi "come un fiero vecchio , con una lunga barba nera e grandi occhi dallo sguardo penetrante."

Importante sviluppo nella "preistoria" Ch'an la scissione tra il ramo settentrionale della corrente che fece capo a Shen-hsiu e il ramo meridionale che fece capo a Hui-neng di Canton .
Il motivo della scissione fu la gradualita' nel conseguimento dell'illuminazione mediante una forte disciplina sostenuta dal ramo settentrionale in contrapposizione all'istantaneita' sostenuta dal ramo meridionale.

Quest'ultima corrente si identifico' con il Ch'an tradizionale ed e' proseguita fino ai nostri giorni.

Un altro momento storico importante del Ch'an e' l'istituzione da parte di Po-chang di un nuovo gruppo di norme per l'organizzazione della vita dei monaci combinazione tra il Vinaya buddhista e precetti confuciani.(i monaci facevano si' il giro della questua ma erano tenuti a lavorare, una sorta di ora et labora benedettino)

Sin dal suo apparire infatti la scuola generò i propri maestri in luoghi remoti, dove la sopravvivenza era possibile soltanto con la coltivazione della terra; sistema di vita sconosciuto al Sangha (comunità di monaci) indiano.

Ancora oggi nei monasteri zen la pratica di samu (lavoro) è una componente basilare per la crescita spirituale dei praticanti.
Il Ch'an prese posizione per la realizzazione pratica del l'illuminazione contro tutte le sottigliezze speculative che rischiavano di far perdere di vista e soffocare il vero scopo della dottrina.
"Reagendo contro tutto questo apparato devozionale eccesssivamente sviluppato il Ch'an peroro' una semplificazione radicale dei mezzi da usare per raggungere l'illuminazione".

All'inizio del secolo XIII il chan approda in Giappone prendendo il nome di Zen, con due scuole pricipali: Rinzai e Soto.

Commenta o chiedi approfondimenti su questo articolo